Home News Visite illustri al CERM nella primavera 2014
E-mail Stampa PDF

Visite illustri al CERM nella primavera 2014

Lo spettacolo dei nibbi reali offerto dal Centro Rapaci Minacciati CERM e dai dintorni di Rocchette di Fazio attrae sempre più ornitologi, birdwatcher e ricercatori. Nella primavera 2014 il CERM è stato anche meta di visite illustri.

Nel mese di aprile 2014 il dott. Adrian Aebischer, il più grande esperto europeo della specie nibbio reale, è arrivato a Rocchette di Fazio (GR) da Friburgo (Svizzera) insieme a tre amici e collaboratori, Pascal (Paco) Grand, Rosemary e Marcel Barbey, per aiutare lo staff del CERM nella ricerca dei nidi.

Si tratta del gruppo di ornitologi svizzeri che ha supportato il programma di reintroduzione del nibbio reale in Toscana sin dal 2008, prelevando ogni primavera giovani nibbi reali dai nidi del Cantone di Friburgo che poi lo staff del CERM trasferiva e liberava nell’Alta Valle dell’Albegna.

Adrian è stato il coordinatore delle operazioni, Rosemarie e Marcel hanno svolto il ruolo di “cercatori di nidi” mentre Paco si avventurava, con l’aiuto di Adrian, su alberi alti 35 metri metri per recuperare i preziosi giovani.

Finalmente il team svizzero ha potuto ammirare con i propri occhi i risultati di questa collaborazione pluriennale con lo staff del progetto LIFE Save the Flyers e, inoltre, ha potuto verificare che la ricerca dei nidi nell’Alta Valle dell’Albegna risulta assai più difficoltosa che nel Cantone di Friburgo per la ricchezza di siti idonei alla nidificazione della specie.

 

A Rocchette di Fazio hanno soggiornato per tre settimane, nella primavera 2014, due studentesse olandesi della facoltà di Ecology & Evolution dell’Università di Amsterdam per svolgere, con il supporto dello staff del progetto LIFE Save the Flyers, uno studio sull’uso del territorio da parte dei nibbi reali muniti di GPS datalogger.

La ricerca è stata condotta sotto la supervisione del Prof. Willem Bouten, dell’Institute for Biodiversity and Ecosystem Dynamics dell’Università di Amsterdam, che ha affiancato le due studentesse durante una parte degli studi nell’Alta Valle dell’Albegna.

Il Prof. Bouten aveva già visitato a il CERM nel 2012 quando aveva deciso di collaborare al programma di reintroduzione del nibbio reale mettendo a disposizione i dispositivi GPS datalogger sviluppati dal suo gruppo di lavoro per il monitoraggio degli individui liberati.

 

I nibbi reali hanno anche attratto Denis Landenbergue e Wendy Strahm, ornitologi svizzeri che curano, tra l’altro, il progetto di reintroduzione del falco pescatore in Svizzera. Denis e Wendy hanno visitato il CERM rimanendo incantati non solo dai numerosi nibbi reali che hanno potuto osservare e fotografare ma anche dalla ricca fioritura di orchidee nei prati del centro.


Da sinistra Pascal, Anna Cenerini (CERM), Adrian, Rosemarie e Marcel.


Da sinistra Guido Ceccolini, le studentesse Marlon e Viola ed il Prof. Willem Bouten.


Gli ornitologi svizzeri Denis e Wendy.


 
  Copyright © - Comunità Montana Amiata Grossetano, P. IVA 00243690534
Tutti i diritti riservati. Il sito è realizzato
con il contributo del Programma LIFE+ della Comunità Europea.